+39 011 3338611 info@gruppoaltea.online

Stipendi in contanti vietati dal 1 luglio 2018

Scatta il 1 luglio prossimo il divieto di pagare gli stipendi in contanti, così come stabilito dall’ultima legge di bilancio. Vediamo come si deve fare per essere in regola e chi è escluso dall’obbligo.

La nuova normativa sul pagamento delle retribuzioni è contenuta nel comma 910 e seguenti all'art. 1 della Legge di Bilancio 2018 (Legge n. 205 del 27 dicembre 2017).
Va subito premesso che la sanzione per la mancata ottemperanza all’obbligo va da 1.000,00 a 5.000,00 euro.
Occorre anche ricordare che la firma della busta paga (obbligo che risale al lontano 1953 e mai soppresso) non costituisce prova dell'avvenuto pagamento della retribuzione.

QUALI RAPPORTI DI LAVORO RIENTRANO NELL’OBBLIGO
Tutte le tipologie di rapporto di lavoro subordinato e parasubordinato, anche se svolto da soci di cooperativa, e cioè:

  • tempo indeterminato
  • tempo determinato
  • part time
  • apprendistato
  • lavoro intermittente/accessorio/a chiamata
  • collaborazioni coordinate e continuative

PER QUALI RAPPORTI DI LAVORO NON SUSSISTE L’OBBLIGO
Sono esclusi dall’obbligo:

  • i rapporti di lavoro domestico (colf, badanti e baby sitter), purchè agli addetti siano applicati i contratti collettivi nazionali stipulati dalle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale
  • le indennità di partecipazione riconosciute ai tirocinanti (ad esempio, per i tirocini extra-curriculari)
  • le borse di studio
  • le prestazioni occasionali di lavoro autonomo

IN CHE MODO PAGARE RETRIBUZIONI E COMPENSI
Il datore di lavoro potrà versare le retribuzioni soltanto tramite:

  • bonifico
  • strumenti di pagamento elettronico
  • assegno bancario o circolare consegnato
  • anche in contanti, ma solo presso uno sportello bancario o postale dove il datore di lavoro abbia aperto un conto corrente di tesoreria con mandato di pagamento

DA NON DIMENTICARE
Poiché l’obbligo è assoluto, non possono essere corrisposti in contanti neppure acconti di modesta entità.

Tags: STUDIO ALTEA GRUPPO ALTEA

Copyright © 2018 GRUPPO ALTEA - Tutti i diritti riservati - Credits

Privacy Policy Cookie Policy